mercoledì, agosto 21
Home>>aziende>>Corsi sicurezza per dirigenti: quali sono le modalità?
aziendeprofessioni

Corsi sicurezza per dirigenti: quali sono le modalità?

I corsi sicurezza dirigenti sono previsti secondo gli Accordi Stato-Regioni secondo l’art. 34, comma 2, e secondo l’art. 37, comma 2 del D. Lgs. n. 81/08. Questi accordi definiscono la durata, i contenuti e tutte le modalità della formazione da svolgere, inoltre viene anche indicata la durata della formazione in base al rischio dell’attività aziendale, che può essere basso, medio, o alto. Ecco perché per i corsi sicurezza dirigenti è bene rivolgersi a degli enti qualificati per la formazione dei lavoratori, come Lisa Servizi.

I corsi sicurezza dirigenti possono essere divisi in due tipologie: la Formazione Generale di base uguale per tutti sui concetti generali; e la Formazione Specifica in base alla classificazione dei settori ATECO e alle macrocategorie di rischio e corrispondenza ATECO. Inoltre, è previsto anche un aggiornamento quinquennale (i 5 anni si calcolano dalla data della conclusione della formazione specifica di settore), dove verranno trattati come argomenti gli approfondimenti giuridici-normativi; gli aggiornamenti tecnici; gli aggiornamenti su organizzazione e gestione; e le fonti di rischio e misure di protezione.

I corsi sicurezza dirigenti possono essere seguiti anche tramite la modalità online, infatti presso Lisa Servizi è possibile seguire i corsi anche in modalità e-learning, sia in lingua italiana che inglese. La formazione è obbligatoria per tutti coloro che sono ai vertici di specifiche funzioni aziendali (ad es. responsabile risorse umane, responsabile operation) in aziende di medie e grandi dimensioni. I corsi sicurezza dirigenti erogati da Lisa Sevizi si articolano in 16 ore nelle quali verranno presentati quattro moduli diversi:

  • il modulo 1: tratta argomentazioni di tipo giuridico normativo;
  • il modulo 2: vede la gestione e la organizzazione della sicurezza;
  • il modulo 3: parla della individuazione e della valutazione dei rischi;
  • il modulo 4: si occupa della comunicazione, della formazione e della consultazione dei lavoratori.